Durata

10 mesi

Crediti

60

Partenza

Ottobre

Lingua

Italiano/Inglese

Corso Master Raffles Milano

Fotografia

Nuove storie, nuove visioni

Durata

10 mesi

Crediti

60

Partenza

Ottobre

Lingua

Italiano/Inglese

Course leader

Denis Curti

Dieci mesi straordinari. Dieci professionisti della fotografia internazionale in aula, una al mese, con le loro figure chiave. Dieci occasioni uniche per imparare direttamente dai protagonisti. Master di Raffles Milano. Finalmente qualcuno ci ha pensato.


Perché?

Perché?

Fotografare vuol dire proporre un modello del mondo utile e interessante, che raccontando la realtà ci aiuti ad amarla. Il fotografo non è più un mestiere da artigiani. La tecnologia digitale lo spinge a “scrollarsi di dosso” l’ossessione della tecnica a favore di una logica sempre più legata al saper vedere, al saper interpretare e al saper raccontare.


Course leader

course leader

Course leader

Denis Curti

Curatore e critico

Nato nel 1960, è una delle figure critiche di riferimento per il mondo della fotografia italiana e internazionale. Ha curato mostre dedicate a maestri dell’obiettivo come Helmut Newton, Henri Cartier-Bresson, David Lachapelle, Elliott Erwitt e gli italiani Gianni Berengo Gardin, Franco Fontana e Ferdinando Scianna. Esperto di mercato e collezionismo, ha curato aste per Sotheby’s e Minerva Auction. È autore del primo manuale sul collezionismo fotografico e fondatore della galleria Still di Milano. Per 15 anni è stato direttore della sede milanese di Contrasto, con cui ha dato vita molti progetti per aziende e istituzioni. Co-fondatore della Fondazione Forma di Milano, fino al 2014 ne è stato vicepresidente. Negli anni ha coordinato attività editoriali e di advertising con i più grandi fotografi internazionali, in particolare con quelli dell’agenzia Magnum. Dirige il mensile Il Fotografo e coordina le testate appartenenti al gruppo Sprea Fotografia. È membro del Comitato artistico della Villa Reale di Monza e direttore dei festival di fotografia di Capri e di Bergamo.


Opportunità professionali

Opportunità professionali

Il fotografo deve essere un interprete attivo, efficace e consapevole della contemporaneità. E per questo le lezioni sono costruite sulla logica dell’aggiornamento permanente. La bravura, l’esperienza e la capacità di rompere gli schemi dei docenti coinvolti assicurano un percorso formativo di alto profilo. Al termine del quale, gli studenti hanno la possibilità di trovare posizioni professionali nel mondo della produzione visiva sia in ambito nazionale che internazionale, in varie aree della comunicazione e dell’immagine, dallo still & motion allo storytelling, dall’advertising agli ambiti corporate.


A chi si rivolge

A chi si rivolge

Il Master si rivolge a tutte le persone che desiderano conoscere e approfondire i temi della fotografia contemporanea, trasformando la passione in un mestiere. In particolare, è disegnato per chi vuole intraprendere un percorso di (ri)definizione e (ri)posizionamento professionale al passo con i contesti di oggi. Chi sono i fotografi di domani (e di oggi)? Persone che dispongono di competenze, abilità e strumenti critici per affrontare senza complessi la vastissima scena della produzione contemporanea, e per dare inizio a una propria attività autonoma, continuativa e di successo.


Programma

Programma

Lavorando fianco a fianco con i professionisti che guidano il mercato di oggi, gli studenti acquisiscono una visione a tutto tondo dei nuovi modi per progettare l’identità, i reportage, le campagne di advertising e la comunicazione corporate. Il Master pone l’accento sulle esperienze concrete e su assignment reali proposti da aziende e istituzioni. Una parte fondamentale del programma è dedicata al funzionamento del mercato del collezionismo, del publishing e della fine art attraverso la costruzione di un portfolio personale, il primo passo per avviare relazioni con curatori e gallerie internazionali.


Argomenti

Argomenti

  • Contesto della fotografia italiana e internazionale
  • Mercato del collezionismo e fine art.
  • Creatività e progettualità in fotografia.
  • Advertising e corporate.
  • Beauty e ritratto.
  • Centralità dello storytelling.
  • Organizzazione e curatela di mostre ed eventi.
  • Costruzione del portfolio.
  • Tecnologia digitale al servizio della creatività.

Endorsement

Endorsement

Per la qualità e l’efficacia del modello didattico, il Master ha ottenuto il patrocinio:


Docenti di progetto

Docenti di progetto

Imparare direttamente dai protagonisti vuol dire acquisire alla fonte le visioni e i metodi più avanzati. A differenza dei Master tradizionali, i Master Raffles Milano portano in aula saperi in azione grazie a 10 professionisti ai vertici del mercato che si alternano in aula nell’arco dei dieci mesi.

Erik Kessels
Progetto

Erik Kessels

Esperto di comunicazione

kesselskramer.com

Classe 1966, è nato a Roermond, in Olanda, vicino al confine con il Belgio. Ha iniziato la carriera lavorando come illustratore in Ogilvy & Mather Eindhoven e studiando alla sera all’Accademia di Belle Arti. Ha proseguito nelle agenzie Kuipers & Schouten e Chiat/Day London. Nel 1996, insieme al suo partner creativo John Kramer, ha fondato ad Amsterdam l’agenzia KesselsKramer, oggi affermata su scala internazionale. Accanto alla professione pubblicitaria, Kessel è un cultore appassionato della fotografia: è collezionista, curatore, editore di libri e magazine editor. Indimenticabile la sua installazione al FOAM di Amsterdam quando, chiamato a immaginare una mostra sul futuro della fotografia, ha pensato di materializzare la spaventosa inondazione di immagini a cui siamo sottoposti quotidianamente esponendo un milione di immagini di ogni tipo e provenienza caricate su Flickr nell’arco di un solo giorno.
Ferdinando Scianna
Progetto

Ferdinando Scianna

Fotografo

magnumphotos.com

È nato a Bagheria, in Sicilia, nel 1943. Ha compiuto gli studi di Lettere e Filosofia, poi interrotti, all’Università di Palermo. Nel 1963 ha incontrato Leonardo Sciascia, con il quale ha pubblicato, a ventun anni, il primo dei numerosi libri poi fatti insieme: Feste religiose in Sicilia, che ottiene il premio Nadar. Si è trasferito a Milano, dove dal 1967 ha lavorato per il settimanale L’Europeo come fotoreporter, inviato speciale, e poi corrispondente da Parigi, dove ha vissuto per dieci anni. Introdotto da Henri Cartier-Bresson, nel 1982 è entrato a far parte dell’agenzia Magnum. Dal 1987 ha alternato al reportage la fotografia di moda e di pubblicità, settori in cui ha riscosso successo internazionale. Fra i suoi libri più importanti: I Siciliani (Parigi, 1977), Kami (Milano, 1988), Le forme del Caos (Udine, 1988), Leonardo Sciascia (Milano, 1989), Marpessa (Milano, 1993), Altrove, reportage di moda (Milano, 1995), Viaggio a Lourdes (Milano, 1996), Dormire, forse sognare (Udine, 1997).
Giovanni Gastel
Progetto

Giovanni Gastel

Fotografo

giovannigastel.it

È nato a Milano nel 1955 da Giuseppe Gastel e Ida Visconti di Modrone, ultimo di sette figli. Negli anni ’70 ha iniziato un lungo periodo di apprendistato realizzando fotografie di matrimoni, ritratti e still life. La prima occasione importante è arrivata nel 1975, quando ha iniziato a lavorare per la casa d’aste Christie’s. La svolta è avvenuta nel 1981, quando la sua futura agente Carla Ghiglieri lo ha avvicinato al mondo della moda e ha iniziato a collaborare con Vogue Italia, Mondo Uomo e Donna. Da allora, ha collaborato con le testate di moda più prestigiose, sia in Italia che all’estero, soprattutto a Parigi. Dal 1996 al 1998 è stato Presidente dell’Associazione Fotografi Italiani Professionisti, di cui è Presidente onorario. La consacrazione artistica è avvenuta nel 1997, quando la Triennale di Milano gli ha dedicato una mostra personale a cura di Germano Celant, in cui sono state presentate circa 200 fotografie, la testimonianza di una lunga e prolifica carriera. Nel 2002, nell’ambito della manifestazione La Kore Oscar della Moda, ha ricevuto l’Oscar per la fotografia.
Matthias Harder
Progetto

Matthias Harder

Curatore

helmut-newton.com

Nato a Kiel nel 1965, fino al 2004 è stato Chief curator della Helmut Newton Foundation di Berlino. Dal 1995 al 1999 ha lavorato come curatore alla Neue Gesellschaft für Bildende Kunst (NGBK) di Berlino. Nel 1996 ha dato vita allo spazio espositivo sperimentale empty rooms, che ha diretto sino al 1999. Dal 1999 al 2002, in veste di curatore ospite, ha organizzato le retrospettive di Herbert List e Stefan Moses al Fotomuseum del Münchner Stadtmuseum di Monaco. Dal 2002 al 2004 ha diretto Kunstverein Glückstadt (PAK). È stato curatore ospite presso Neuer Berliner Kunstverein e Martin-Gropius-Bau di Berlino, Deichtorhallen di Amburgo, Kunsthalle di Kiel, Städel Museum di Francoforte, Glyptothek di Monaco, Fondazione La Caixa di Barcellona, IVAM di Valencia, Tokyo Art Museum e Goethe-Institut. Ha pubblicato diversi libri, saggi e testi critici in catalogo, e svolge un’intensa attività di consulente, membro di giurie, docente di seminari e conferenziere. Pubblica regolarmente articoli su testate internazionali come Photonews, Eikon, Aperture, Eyemazing e Art in America.
Reiner Opoku
Progetto

Reiner Opoku

Agente e curatore

reiner-opoku.com

Curatore internazionale e art dealer di arte contemporanea con base a Berlino, ha iniziato a lavorare con gli artisti nei primi anni ’80, rendendosi conto in prima persona di quanto gli artisti abbiano il potere di rendere il mondo un luogo più stimolante e innovativo. Con questo spirito ha coinvolto David LaChapelle nel progetto The Avant/Garde Diaries. La sua è una figura chiave del mercato dell’arte internazionale almeno a partire dal 1983. Ha trattato alcuni degli artisti d’avanguardia preminenti della nostra epoca, come Georg Dokopil e Martin Kippenberger, e ha realizzato progetti con artisti del calibro di Julian Schnabel, Steve Mc Curry, Jan Fabre, Francesco Clemente, Sigmar Polke, Ilya e Emilia Kabakov. Ha fondato e diretto St. Moritz Art Masters, ed è stato co-fondatore del progetto Parley of the Oceans a New York , una piattaforma aperta a scienziati, artisti e influencer per salvaguardare gli oceani. Grazie alle sua attività, ha creato una rete di contatti molto ampia, che a loro volta hanno ampliato i suoi orizzonti di curatore.
Aida Muluneh
Progetto

Aida Muluneh

Fotografo

aidamuluneh.com

Nata in Etiopia nel 1974, è cresciuta fra lo Yemen, l’Inghilterra, Cipro e il Canada, dove si è trasferita nel 1985. Nel 2000 si è laureata nel Dipartimento di Comunicazione della Howard University, Washington D.C. con una tesi sul cinema. Dopo gli studi, ha lavorato come fotogiornalista al Washington Post e in altre testate. Sue serie di fotografie sono conservate nelle collezioni permanenti dello Smithsonian’s National Museum of African Art e del Museum of Biblical Art. Nel 2007, ai Rencontres Africaines de la Photographie de Bamako, Mali ha vinto l’European Union Prize. Nel 2010 si è aggiudicata il CRAF International Award of photography di Spilimbergo. Ha fondato il festival di fotografia Addis Foto Fest. È attiva come curatrice e promotrice di progretti culturali in partnership con istituzioni locali e internazionali, che porta avanti attraverso DESTA (Developing and Educating Society Through Art) for Africa, la struttura da lei fondata ad Addis Abeba nel 2010.
Spreafotografia
Progetto

Spreafotografia

Gruppo Editoriale

spreafotografia.it

È una divisione operativa creata all’interno di Sprea Editori che si occupa di divulgare il linguaggio della fotografia attraverso la creazione di comunità di autori e lettori appassionati, informati e assetati di storie. Sprea Editori è il gruppo editoriale creato da Luca Sprea, partito come autore e fotogiornalista Rai e diventato imprenditore di riferimento nell’editoria specializzata per il tempo libero. Oggi in catalogo, Sprea Editori ha decine di testate dedicate alla fotografia, all’informatica, ai videogiochi, alla storia, ai viaggi, agli animali, alla musica rock e al giardinaggio. Al team fanno capo cinque testate del gruppo: IL FOTOGRAFO, N Photography, Photo Professional, Digital Camera e Professional Photoshop. Ne fanno parte Denis Curti (direttore de IL FOTOGRAFO), Silvia Taietti (art director), Mauro Fabbri (Marketing manager) e Alessandro Curti (Responsabile della comunicazione).
Cesare Cicardini
Progetto

Cesare Cicardini

Fotografo

ciccardini.com

Nato a Milano nel 1969, a cinque anni il padre gli ha regalato una vecchia macchina fotografica Voigtlander, e da allora non ha mai smesso di scattare fotografie, anche se ogni tanto gli viene voglia di dare movimento alle immagini. Si è diplomato alla Scuola del Cinema di Milano nel 1997. Per l’agenzia Contrasto ha immortalato star del cinema, dell’arte e della creatività di ogni parte del mondo: nel suo portfolio ci sono personaggi del calibro di Quentin Tarantino, Vincent Gallo, Ben Harper, Joss Stone, Benicio del Toro. Ha collaborato con i periodici e i gruppi editoriali più importanti, e con le principali case discografiche ed editrici. I suoi lavori sono stati esposti in diverse gallerie d’arte nazionali e internazionali. Nel 2010 è stato il fotografo del Calendario Campari. Attualmente è impegnato su diversi progetti artistici legati al ritratto. Ha ottenuto diverse menzioni d’onore al Prix de la Photographie di Parigi e l’International Photography Award. Alla fotografia affianca anche il lavoro di regista per diversi brand del settore moda.
Margaret Courtney-Clarke
Progetto

Margaret Courtney-Clarke

Fotografo

margaret-courtney-clarke.com

È nata in Namibia nel 1949. Si è formata fra la Namibia e il Sudafrica, per poi approfondire lo studio dell’arte e della fotografia in Italia e negli Stati Uniti. Ha lavorato come fotogiornalista per numerose testate internazionali. Fra il 1978 e il 1979 ha compiuto diversi viaggi e campagne fotografiche, a seguito dei quali è stata segnalata come persona non gradita per le sue opinioni rispetto alla questione dell’apartheid. Nello stesso anno, a seguito di questo provvedimento, ha deciso di rinunciare alla cittadinanza. Nel 1980 ha iniziato a collaborare con il fotografo David Goldblatt. Nel periodo dal 1979 al 1986, ha realizzato diversi progetti fotografici in Africa, documentando i diversi tipi di rifugi e indagando l’arte delle donne africane. Da questo lavoro è nata una trilogia di grande successo, Ndebele: Arte di una tribù africanaAffreschi africaniPopolo libero. Fra il 1994 e il 1999 ha collaborato con la poetessa Maya Angelou. Nel 2008 è tornata a vivere in Namibia.
Lady Tarin
Progetto

Lady Tarin

Fotografo

ladytarin.com

Nata a Rimini e laureata all’Accademia di Belle Arti di Bologna, da oltre dieci anni ha iniziato una ricerca fotografica sui temi del nudo e dell’erotismo utilizzando la tecnica analogica. “L'erotismo è forza vitale, è appartenenza. Una donna che emana erotismo è una donna che si appartiene” è il suo motto. Ha esposto il proprio lavoro in occasione di diverse mostre, fra le quali le personali Naked Steady Go alla galleria Le Dictateur di Milano nel 2011, Skin Tales alla galleria Beattricks di Milano nel 2016 e Stanze Private alla Galleria Scorza di Rimini nello stesso anno. Fra le collettive si ricordano These Peanuts are Bullets al Family Business di New York nel 2012, Un homme juste est quand même un homme mort al Palais de Tokyo nel 2013 e Il nuovo vocabolario della moda italiana alla Triennale di Milano nel 2015. Nel 2014 Sky Arte ha realizzato Next Girl, un documentario per la regia di Giovanni Troilo dedicato al suo lavoro. Fra le pubblicazioni si segnalano Stanze private per Edizioni NFC e Le Dictatuer n. 3 per la Tate Modern di Londra.

Docenti di metodo

Docenti di metodo

Ci sono conoscenze e abilità anche teoriche che non si imparano in corsa e richiedono un approfondimento ad hoc. Non si sa quando potranno servire, ma una cosa è certa: serviranno.

Oliviero Toscani
Metodo

Oliviero Toscani

Fotografo

olivierotoscanistudio.com

È nato a Milano nel 1942. Ha studiato fotografia e grafica all’Università delle Arti di Zurigo. Fotografo affermato internazionalmente, ha prodotto campagne pubblicitarie indimenticabili per Fiorucci e Jesus, e dal 1982 al 2000 ha creato l’immagine, l’identità e la strategia di comunicazione di United Colors of Benetton, uno dei casi più eclatanti e di rottura nella storia della pubblicità italiana. Nel 1990 ha ideato e diretto Colors, il primo giornale globale al mondo, e nello stesso anno ha fondato Fabrica, centro di ricerca per la creatività nella comunicazione moderna. Mettendo a frutto il proprio inconfondibile linguaggio fotografico, ha collaborato con il Ministero dell’Ambiente e della Salute italiano realizzando diverse campagne di interesse sociale. Dal 2007 è impegnato con il progetto fotografico Razza Umana sulle diverse morfologie e caratteristiche socio-culturali dell’umanità.
Giovanni Pelloso
Metodo

Giovanni Pelloso

Storico e critico fotografico

giovannipelloso.Linkedin

Giornalista e critico di fotografia del Corriere della Sera per le pagine di ViviMilano, ha partecipato a progetti editoriali per Mondadori Portfolio – suo è lo scritto dedicato a Mario De Biasi, Giorgio Lotti e Angelo Cozzi –, Hachette e Canon Italia. Co-autore del Dizionario mondiale della fotografia(Rizzoli/Contrasto, 2002), collabora con i mensili NPhotography e Photo Professional ed è caporedattore della storica rivista Il Fotografo. Ha condotto workshop e seminari dedicati alla fotografia all’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, all’Istituto Italiano di Fotografia e all’agenzia Contrasto. I suoi interessi di ricerca si concentrano sulla prassi e sulla teoria della sociologia dei consumi e della pubblicità. Docente a contratto, dal 2005 svolge attività didattica e di ricerca presso la Facoltà di Scienze della comunicazione e dello spettacolo dell’Università IULM di Milano. Insegna fotografia al LAO dal 2013. È ricercatore associato dell’Acquario Civico di Milano.
Michele Smargiassi
Metodo

Michele Smargiassi

Giornalista

michelesmargiassi.Repubblica.it

Nato a Forlì nel 1957, lavora a Bologna come giornalista. Si è laureato in Storia contemporanea all’Università di Bologna con una tesi sulle trasformazioni urbanistiche di Modena a cavallo del Novecento viste attraverso le cartoline illustrate. Nel 1982 è entrato a l’Unità, poi dal 1989 è passato a la Repubblica, dove si è occupato di società, cultura e anche di politica. Oltre a testi per mostre, cataloghi, riviste e volumi collettivi, prefazioni e postfazioni, articoli per riviste specializzate e culturali, ha pubblicato Un’autentica bugia. La fotografia, il vero, il falso (Contrasto, 2009); Donne di questo mondo con Uliano Lucas (Diabasis, 2003); Lo specchio d'inchiostro con Ghigo Roli (Artioli, 1999); Italiani a tavola con Uliano Lucas e Guido Vergani (Mazzotta, 2003); Ora che ci penso. La storia dimenticata delle cose quotidiane (Dalai, 2011) e il saggio La famiglia foto-genica per gli Annali della Storia d’Italia (Einaudi, 2004). Presso DeriveApprodi è uscito nel 2015, nella raccolta Etica e fotografia a cura di Raffaella Perna e Ilaria Schiaffini, il saggio ‘Bugie dell’elocutio’.
Silvia Stabile
Metodo

Silvia Stabile

Avvocato

silviastabile.Linkedin

Esperto di diritto dell’arte e beni culturali, attualmente è membro dei Focus Team Arte e beni culturali e Private Clients di BonelliErede. Ha lavorato in importanti studi legali italiani e internazionali occupandosi di arte e proprietà intellettuale, e ha seguito importanti operazioni nei settore del lusso, della moda e del design. È professore a contratto di Diritto dell’arte nel Master in Promozione del turismo e Gestione dei beni culturali dell’Università di Bologna e a Milano. È docente di Gestione e valorizzazione dei patrimoni artistici di famiglia presso AIFO Academy della Associazione Italiana Family Officer e di Diritto dell’arte e dei beni culturali nel Master in Economia e gestione dell’arte e dei beni culturali del Sole24Ore. Autrice di numerosi libri e articoli in materia di diritto dell’arte e diritti d’autore, collabora con le principali testate di settore, come Il Giornale dell’Arte, Insideart, Art Economy, Plus24 del Sole 24 Ore.
Roberta Maddaloni
Metodo

Roberta Maddaloni

Executive coach

robertamaddaloni.Linkedin

Dal 2001 al 2014 è stata Project coordinator in Mida. Nel 2013 si è laureata in Psicologia all’Università di Parma, e l’anno successivo ha completato il percorso di formazione avanzata all’Accademia Europea di Firenze in Counseling. Ha lavorato come consulente di formazione per Doctors&doula, TrasformAzione, CFA e Execo - The Human Side. È Professional counselor accreditata presso il CNCP Coordinamento Nazionale Counselor Professionisti). Esperta di storytelling applicato a contesti professionali, utilizza l’analisi transazionale come strumento per la formazione e le attività di consulenza. Progetta e conduce piani di formazione per lo sviluppo del potenziale e la definizione di piani di azione. Fornisce strumenti per attivare cambiamenti significativi orientati al benessere dell’individuo e dell’azienda. I temi di cui si occupa sono prevalentemente il cambiamento come opportunità, l’attivazione della motivazione, l’efficacia relazionale, l’intelligenza emotiva, la comunicazione efficace, la negoziazione, i percorsi di orientamento e il bilancio delle competenze.
Massimiliano Pappalardo
Metodo

Massimiliano Pappalardo

Executive coach

massimilianopappalardo.Linkedin

Dopo la laurea in Filosofia, ha conseguito un Master in Controllo di gestione. Ha iniziato l’attività lavorativa presso Auchan, diventando direttore di una filiale. In seguito ha diretto il Campus universitario Città Studi del Politecnico di Milano, e poi il Campus dell’Università Vita-Salute San Raffaele, lavorando a stretto contatto con Don Luigi Verzé. Ha collaborato con Carmen Consoli ai testi di alcune canzoni, in modo particolare per l’album L’eccezione (2002). Filosofo, formatore, counselor e life coach, è autore di molti articoli su blog, siti di filosofia, attualità e letteratura. Ha collaborato a lungo con Fondazione Giorgio Gaber, promuovendone il pensiero sia nelle università che nelle scuole. Ha fondato diverse riviste, tra le quali Un sorso in più insieme con Carmen Consoli. Studioso e promotore della cultura del cambiamento in azienda e della centralità della persona nelle organizzazioni aziendali, si occupa da tempo di Mindfulness, Leadership risonante, Abitudini e Responsabilità.
Emanuele Baj Rossi
Metodo

Emanuele Baj Rossi

Executive coach

emanuelebajrossi.Linkedin

Nel 2007 è entrato come Expert consultant in Cegos, dove a tutt’oggi si occupa di gestione delle Risorse umane e management. Nel 2008 si è laureato in Scienze dell’Educazione e della Formazione all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milan e successivamente ha conseguito un Master in PNL Sistemica. Formatore ed Executive coach, ha approfondito i temi della formazione degli adulti e ha curato un programma di approfondimento sui modelli di leadership nelle organizzazioni multinazionali. È docente certificato FranklinCovey. I suoi settori di competenza sono la progettazione e l’erogazione di percorsi formativi su tematiche comportamentali (comunicazione, public speaking, problem solving, time management), manageriali (leadership e fondamenti di management), FranklinCovey (The 7 Habits of Highly Effective People). Nel 2014 ha rilasciato al Corriere della Sera un’intervista sull’importanza per le donne di dire no in azienda, e nel 2017 ha pubblicato il volume Obiettivi solidi in una società liquida.
Gianfranco Mele
Metodo

Gianfranco Mele

Executive coach

gianfrancomele.Linkedin

Si è laureato all’Università degli studi di Torino in Economia e commercio, Accounting e finance. Ha lavorato in Costa Crociere, Baker Tilly Consulaudit e Nexto. È dottore commercialista iscritto all’Ordine dei Dottori commercialisti di Torino e Revisore legale con studio in Torino. È stato cultore della materia Programmazione e controllo presso il distaccamento universitario di Asti dell’Università degli Studi di Torino. Accanto all’attività di fiscalista tradizionale, attualmente svolge attività di consulenza direzionale su temi di organizzazione aziendale, controllo di gestione, reportistica e finanza aziendale, attività di revisione contabile. Fra i propri clienti, annovera primarie società italiane e multinazionali. Da dicembre 2011 è unico docente italiano in tema Finance certificato da BMW Group. È docente di Economics, Finanza & controllo, Fiscalità alla prestigiosa Fondazione ISTUD, una delle più prestigiose business school italiane. È apprezzato dai suoi studenti per la capacità di spiegare in modo chiaro ed efficace nozioni di bilancio e gestione aziendale.

Aziende

Aziende

In quasi trent’anni di attività, Raffles Group ha costruito una solida rete di partner che collaborano nei Corsi Triennali e nei Master. La reputazione delle aziende e la qualità delle relazioni sviluppate sono la garanzia di un incontro decisamente fertile fra i mondi education e business.

Adidas, Aigner, B&O - Bang & Olufsen, Boucheron, Brother, Bulgari, Burberry, C&A, Cartier, Chanel, Chloé, Design Business Chamber Singapore, Diesel, Dior, Dolce & Gabbana, Dunhill, Elle, Fendi, Fujifilm, Furniture Design Award Singapore, Giorgio Armani, H&M, Heinz, Hermes, Hogan, HP Technology, HSBC – Hong Kong and Shanghai Banking Corporation, IKEA, InterContinental Hotels & Resorts, Kohler, Lear Corporation, Lego, Li & Fung, L'Oréal, Louis Vuitton, LVMH, Mahogany, Max Mara, MediaCorp, Metro, Michael Kors, Microsoft, Nippon Paint, Nokia, Orchard Road Business Association, Pepsi, Philips, Prada, Puma, Ralph Lauren, Redworks, Richemont, Richmond, Rolex, Saatchi & Saatchi, Saint Laurent Paris, Samsung, Shiseido, Siemens, Singapore Furniture Industries Council, Singapore Jewellers Association, Sony Pictures, Standard Chartered, Textile & Fashion Federation, Tiffany & Co., Valentino, Versace, Y&R, Yves Saint Laurent.


Monday Talks

Monday talk

Tutti i lunedì sera, alle 18.00 Raffles Milano invita gli studenti a incontrare un grande personaggio della scena del design, dello stile e della cultura del progetto. Ascoltare in presa diretta le storie e le idee che influenzano il mercato e fanno progredire i nostri mindset è un’opportunità di grande spessore, che va a integrare i programmi accademici. Ecco gli incontri del prossimo anno.