Visual merchandising Raffles Design Institute

Dieci mesi straordinari. Dieci docenti top level in aula, uno al mese. Dieci occasioni uniche per imparare direttamente dai protagonisti. Master di Raffles Milano. Finalmente qualcuno ci ha pensato.

10 mesi Italiano/Inglese Giuseppe Patanè
full-time Via felice casati 16, Milano Italy

Durata

10 mesi

Crediti

60

Partenza

Febbraio

Lingua

Italiano/Inglese

Corso Master Raffles Milano

Visual merchandising

Il teatro della seduzione

Durata

10 mesi

Crediti

60

Partenza

Febbraio

Lingua

Italiano/Inglese

Course leader

Giuseppe Patanè

Dieci mesi straordinari. Dieci docenti top level in aula, uno al mese. Dieci occasioni uniche per imparare direttamente dai protagonisti. Master di Raffles Milano. Finalmente qualcuno ci ha pensato.


Perché?

Perché?

La passione è la benzina che ci serve per fare bene, affrontando con leggerezza le situazioni più intricate e la scarsità di tempo. La creatività è quell’antenna che ci consente di arrivare un attimo prima degli altri, cogliendo le tendenze e l’evoluzione del gusto. Passione e creatività si pongono alle sorgenti della progettazione stilistica e visuale. Senza di esse tutto diventa molto più difficile, oltre che prevedibile.


Course leader

course leader

Course leader

Giuseppe Patanè

Direttore creativo

Si è diplomato al Liceo artistico di Catania, e ha approfondito il mondo del tessile e dei costumi teatrali all’Accademia di Belle Arti di Catania. Dopo gli studi, ha mosso i primi passi creativi in Sicilia, la sua terra natale, prima come Display manager e Visual merchandiser, e poi come stylist, designer e Direttore artistico in diversi show room europei. Questo percorso avrà come approdo la collaborazione come stilista per le linee di pret-à-porter donna con importanti griffe internazionali, e infine la direzione creativa del brand per la donna e la sposa che porta il suo nome e che ha debuttato nel 1996. Nelle sue creazioni attinge alle atmosfere della sua Sicilia e all’idea di una donna mediterranea e sensuale. Nel corso della carriera ha firmato allestimenti di stand e vetrine per i marchi più influenti nei settori fashion, automotive, gioielli, arredamento. L’Atelier di Catania è ospitato in una villa d’epoca da cui si osservano l’Etna e il mare. È il fulcro creativo di una rete di oltre 20 show room e boutique in Europa, Medio e Estremo Oriente.


Opportunità professionali

Opportunità professionali

Sfidare la concorrenza con le proprie idee. Creare un proprio brand. Scommettere su di sé e iniziare un proprio business. Abbandonare i timori. Avere visione su tutti i reparti funzionali dell’azienda e diventare leader ascoltati e capaci. Alla base del Master c’è la volontà di creare gli attori del mercato di domani, con capacità di capire, fare e decidere. In parallelo, il Master forma le molteplici figure professionali della filiera del fashion, del lusso e del design, di cui le aziende italiane e internazionali sono perennemente in cerca.


A chi si rivolge

A chi si rivolge

Il Master si rivolge a tutti coloro che si possono definire persone visionarie, aperte al nuovo e al linguaggio delle emozioni nei diversi ambiti di intervento nel campo dell’immagine e della moda, e che sono interessati a una carriera di Direzione creativa. Nello specifico, sono benvenuti studenti che abbiano sviluppato una particolare sensibilità verso i materiali e il loro utilizzo all’interno di progetti visivi. Nota qualificante sono le esperienze professionali negli ambiti dell’Exhibit design, degli allestimenti, del Visual merchandising, del wedding e fashion business.


Programma

Programma

Gli studenti sono guidati da professionisti del settore, che forniscono le basi teoriche e il know how pratico per affrontare le situazioni tipiche del Visual merchandising e della promozione del prodotto. Il confronto con professionisti, architetti, designer, artigiani e wedding specialist che si pongono ai vertici del mercato e che ogni giorno giorno aggiungono un tassello di valore al Made in Italy sono la garanzia di un percorso formativo avvincente ed efficace. Al termine del quale, emergerà una visione chiara di come affrontare i passi successivi del proprio percorso di crescita.


Argomenti

Argomenti

  • Comunicazione visiva
  • Layout dello spazio espositivo.
  • Teoria e tecniche del Visual merchandising
  • Progettazione set e allestimenti
  • Tecniche di illuminazione.
  • Marketing visivo e sensoriale.
  • Analisi dell’unicità (identità del brand).
  • Concept styling.
  • Business plan.
  • Azione/pensiero/materia.

Docenti di progetto

Docenti di progetto

Imparare direttamente dai protagonisti vuol dire acquisire alla fonte le visioni e i metodi più avanzati. A differenza dei Master tradizionali, i Master Raffles Milano portano in aula saperi in azione grazie a 10 studi grafici ai vertici del mercato che si alternano in aula nell’arco dei dieci mesi.

Andrée Chantal Tedeschi
Progetto

Andrée Chantal Tedeschi

Visual merchandiser

andreechantaltedeschi.Linkedin

Classe 1981, nel 2002ha conseguito il diploma di operatore in mosaico antico alla Scuola d’arte e restauro Sermig di Torino. Consulente creativo e Visual merchandiser, ha alle spalle 150 aperture per Zara Italia nel periodo dal 2001 al 2009. In Zara è entrata come Visual di area, e ha terminato il suo percorso come Country Visual merchandiser Man’s wear, avendo la possibilità di individuare e formare diversi giovani talenti. Nel 2010 è passata al Gruppo Coin, dove è stata Head Visual merchandiser worldwide e ha coordinato il restyling di OVS. In questa posizione, ha gestito oltre 500 punti vendita nel mondo e ha coordinato circa 30 aperture internazionali. In portfolio ha anche interventi per Pitti Moda, Moschino, See by Chloé. Dal 2014 è Consultant Visual Merchandising per il Gruppo Freddy, e dal 2015 consulente creativo per il Gruppo Villa d’Este. Nello stesso anno ha iniziato a insegnare allo IED di Torino. Nell’ultimo periodo si è concentrata su progetti internazionali per concept store che scelgono il Made in Italy nel mondo.
Carlo Schlich
Progetto

Carlo Schlich

Visual merchandiser

carloschlich.Linkedin

Nato a Cagliari nel 1961, si è trasferito a Milano e ha frequentato l’Istituto Marangoni, dove ha strutturato la sensibilità alle tendenze e le competenze nell’accostare colori e stili degli outfit. Nel 1982 è stato assunto come Visual merchandiser da Max Mara, dove ha curato l’intero allestimento degli interni e delle vetrine nelle boutique in Italia e all’estero. Dopo questa esperienza, ha deciso di dedicarsi alla libera professione. Nel corso della sua carriera, ha collaborato con marchi come Missoni, Alberta Ferretti, Max&Co., Trussardi, Isaia, Angelo Marani, Malo e Just Cavalli. Via via ha allargato l’area di intervento anche a settori al di fuori del mondo della moda, progettando per marchi come Frank Muller, Max Factor, Chanel Bijoux, Cartier, Dom Pérignon, Hermès, D&G. Ha inoltre collaborato alla progettazione di allestimenti per fiere ed eventi nel settore moda, fra i quali Milano Unica.
Francesco Cicali
Progetto

Francesco Cicali

Visual merchandiser

francescocicali.Linkedin

Nato nel 1984 a Siena, nel 2008 si è trasferito a Bologna, dove ha compiuto i primi passi nel mondo della moda come Visual merchandiser in Mandarina Duck, acquisendo competenze nell’ambito retail e wholesale. Nel 2011 è approdato a Solomeo, in Umbria, nel cuore dell’Italia, da Brunello Cucinelli, dove ha contribuito al suo periodo di maggiore espansione retail. In questa azienda si è formato alla visione e alla disciplina del lusso, contribuendo all’apertura di 30 boutique in Europa, e seguendo la creazione e lo styling dei cataloghi del brand per i department statunitensi. Nel 2013 è passato in Loropiana, per poi approdare nel 2014 in Prada, dove ha arricchito creatività ed esperienza in ambito Visual. Attualmente in Prada è Visual merchandiser manager per la Svizzera, si occupa del visual instore e del training del personale per tutte le categorie Uomo, Donna e Accessori.
Guido Ciompi
Progetto

Guido Ciompi

Architetto

studiociompi.it

Fiorentino, si è laureato in Architettura nel 1990 dopo aver alternato il periodo di studi con una lunga esperienza operativa. Dal 1992 si è dedicato sia all’architettura e alla progettazione d’interni, sia al design, alla comunicazione e agli allestimenti per eventi. Fra i progetti più rilevanti, la lunga serie di negozi per Gucci e altri brand internazionali e oltre cento residenze private in Italia e all’estero. Dal 1994 si occupa di progettazione di alberghi. In questo campo ha firmato progetti importanti, fra i quali The Gray di Milano, Centurion di Venezia, Pentominium di Dubai e The Plaza di Seul. Ha progettato molti oggetti, mobili e complementi d’arredo come pezzi unici. Nella sua visione, la logica del progetto deve misurarsi con le idee e le esigenze della committente, e con le caratteristiche peculiari del contesto in cui si interviene. Nei suoi progetti, ha considerato il verde come un elemento essenziale, sia in esterno che in interno, proponendo spesso soluzioni insolite e innovative.
Igor Ronchese
Progetto

Igor Ronchese

Scenografo

tekset.it

È nato a Venezia nel 1970. Si è laureato con lode all’Accademia di Brera di Milano. Verso la metà degli anni ’80 ha iniziato a collaborare con un’azienda di restauri e conservazione delle pietre, specializzandosi in rivestimenti murali antichi veneziani ed etruschi. In questo periodo ha collaborato con i più importanti architetti italiani, fra i quali Lorenzo Mongiardino, Gae Aulenti e Renzo Piano, sia in palazzi antichi che di nuova costruzione. Nel 1992 ha fondato Tekset, l’azienda che tutt’ora dirige e che progetta e realizza concerti, spettacoli live e convention. Dal 1994 ha iniziato a realizzare scenografie, produzioni, video musicali e tour per i più importanti festival musicali e artisti italiani. È stato scenografo e co-produttore del film Fame chimica (2003). Ha progettato e realizzato convention per aziende come Fiat, Coca Cola, Seat, Henkel, Sony, Samsung, Telecom. France Telecom, Glaxo, Conad, Fastweb, Mondadori. Ha progettato e realizzato scene e complementi d’arredo per Olimpiadi di Torino 2006, Nike, MTV, Radio DJ, Wind Music Festival e Arena di Verona.
Ladislao Marcoaldi
Progetto

Ladislao Marcoaldi

Visual merchandiser

ladislaomarcoaldi.Linkedin

Da oltre 35 anni si occupata di Window e Instore display design, esplorando e progettando le attività di vendita in negozi, grandi magazzini, installazioni a tema. Ha compiuto i primi passi nelle boutique veneziane di Fendi, intervenendo con metodi artistici. Per Valentino, ha utilizzato il linguaggio della scenografia e della magnificenza. Per Missoni ha realizzato effetti cromatici in sintonia con il prodotto mentre per Agnona si è impegnato nel creare vetrine essenziali e lineari. Ha collaborato con le boutique Draganzuk di Venezia, Bologna e Cortina. Per anni ha collaborato con Han, boutique multimarca di Cortina. Ha collaborato con Telecom Italia per la presentazione dei prodotti nella rete dei negozi, svolgendo il compito di creare una connessione fra campagne pubblicitarie stampa e televisione e vetrine dei negozi. Con le gioiellerie Rondina e Nerone, con cui collabora tutt’ora, ha sviluppato una vera e propria partnerhsip creativa che dura tutt’oggi. Dal 2007 collabora con Alessi come Visual display senior per fiere, negozi e mostre in tutto il mondo.
Riccardo Aresu
Progetto

Riccardo Aresu

Visual merchandiser

riccardoaresu.Linkedin

Nato a Milano nel 1975, ha iniziato molto giovane a lavorare nei negozi del lusso, affermandosi nello storico negozio di Prada in galleria Vittorio Emanuele II a Milano. Dal 2002 è entrato a far parte del gruppo Inditex, dove ha iniziato a lavorare come Visual merchandiser coordinator presso la direzione di Zara Italia. Per cinque anni è stato il coordinatore dei visual di tutti i punti vendita uomo in Italia, seguendo le aperture dei negozi e occupandosi del training dello staff. Nel 2007 ha proseguito il suo percorso entrando a far parte del team visual di Ermenegildo Zegna. In quel periodo ha viaggiato molto fra Europa, Medio Oriente e Asia. Nel 2010 è diventato coordinatore visual mondo di Loropiana e consulente del prodotto di tutti i punti vendita in franchising. Oggi è Visual merchandiser manager in Malo, marchio in cui si occupa di retail, franchising e wholesale, realizza nuovi props per l'esposizione del prodotto e crea i Visual merchandising book e i Windows book stagionali.
Roberto Palomba
Progetto

Roberto Palomba

Architetto

palombaserafini.com

Nato a Cagliari nel 1963, si è laureato in Architettura all’Università La Sapienza di Roma nel 1985. Nel 1994 ha fondato con Ludovica Serafini lo studio Palomba Serafini Associati, che sviluppa progetti architettura e Interior, Exhibit e Industrial design in tutto il mondo. Lo studio ha vinto numerosi premi, fra i quali Compasso d’oro ADI, Red Dot Award, Design Plus Award, Product Innovation Award e German Design Award. Alla base del suo lavoro di progettazione, c’è l’attenta osservazione del cambiamento nel comportamento umano e la convinzione che i “buoni progetti” esistano già in una sorta di inconscio collettivo. Il compito del progettista è identificarli, plasmarli e svilupparli. È consulente strategico e Art director di numerose aziende. Nel corso della carriera, ha collaborato con molti marchi storici del design, fra i quali Boffi, Cappellini, Dornbracht, Driade, Elica, Elmar, Exteta, Flaminia, Foscarini, Kos, Laufen, Lema, Plank, Poltrona Frau, Sawaya & Moroni, Samsung, Tubes, Viccarbe, Zanotta, Zucchetti. È stato docente di Industrial design al Politecnico di Milano.
Stefania Vasques
Progetto

Stefania Vasques

Architetto, designer e stilista

stefaniavasques.it

Nata a Catania, si è trasferita a Milano, dove lavora come architetto, designer e stylist. Qui ha creato Vasques Studio, che si muove in uno spettro molto ampio di discipline, dall’architettura d’interni alla direzione creativa e artistica, dallo styling-concept alle scenografie, dalle installazioni alle mostre, dall’editoria ai servizi fotografici, dalle campagne pubblicitarie al design. La progettazione è sostenuta da due pilastri: una visione libera e utopica da una parte, e una continua ricerca sui nuovi materiali dall’altra. Come designer ha collaborato con aziende come Ichendorf, L’abitare, Corrado Corradi, Diamantini e Domeniconi, Danese, Sambonet, A-tipico, Cc-tapis. Nel 2014 ha vinto il premio Wall Paper Best Domestic Award. Nel 2016 i progetti Terra.Cotto e Terra.Cotto Ghisa disegnati per Sambonet hanno ottenuto una segnalazione dall’ADI. Fa parte del gruppo di designer Officina Temporanea, che insieme al gruppo Artigiani Officina autoproduce pezzi in serie limitata secondo logiche di art-design. Collabora con le migliori testate di arredamento.
Stefano Roveda
Progetto

Stefano Roveda

Artista

studioazzurro.com

A 13 anni ha cominciato a scattare e sviluppare fotografie. Pochi anni dopo ha iniziato a lavorare nella fotografia industriale e poi nel cinema. A Milano si è specializzato in video analogico, montaggio, effetti speciali e impianti per la diretta tv. Nel 1985 ha iniziato a usare i primi computer dedicati al rendering producendo animazioni 3D e programmando in basic, c e c shell. Nei primi anni ’90 ha fondato Pigreco e ha sviluppato sistemi di realtà virtuale immersiva, le prime opere di teatro interattivo e le “Interfacce Naturali” che permettono di dialogare con impianti informatici toccando oggetti, muovendosi nello spazio ed emettendo voce. Nel ’95 ha fuso la sua società con Studio Azzurro, innovandone il linguaggio con impianti interattivi, tecniche di ripresa ed effetti speciali. Ha collaborato alla progettazione di mostre, musei e installazioni di grande formato esposte nel mondo in varie istituzioni e gallerie, collezionando diversi premi internazionali. Attualmente si occupa di internet delle cose, archivi visivi e sistemi partecipativi.

Docenti di metodo

Docenti di metodo

Ci sono conoscenze e abilità anche teoriche che non si imparano in corsa e richiedono un approfondimento ad hoc. Non si sa quando potranno servire, ma una cosa è certa: serviranno.

Fausto Fichera
Metodo

Fausto Fichera

Agente

faustofichera.Linkedin

Nato a Catania nel 1969, dopo gli studi è entrato nell’azienda di famiglia nel settore dei prodotti per l’illuminazione. Qui ha potuto maturare la passione per tutto ciò che riguarda la luce e l’illuminotecnica. Negli anni ’90 ha conseguito il Master in Lighting design alla Fondazione Targetti di Firenze, grazie al quale ha potuto integrare le competenze acquisite sul campo con elementi teorici della progettazione della luce intesa come valore aggiunto per l’architettura e la comunicazione visiva. Nel corso degli anni ha collaborato con aziende come Targetti Sankey, Ingo Maurer, Louis Pulsen, Kreon, Cini & Nils, Luceplan, Beghelli, Contardi, O Luce. E ha partecipato a fiere ed eventi internazionali dedicati all’evoluzione del design e dell’illuminotecnica, come Euroluce di Milano, Light and Building di Francoforte e Euroshop di Düsseldorf.
Grazia Trovato
Metodo

Grazia Trovato

Wedding planner

graziatrovato.Linkedin

Siciliana d’origine, dopo la maturità classica si è accostata alla madre, una donna eclettica che spaziava fra design, arte e progetto visivo.  Ancora studentessa universitaria è diventata un’affermata Wedding planner. Nel 1990 ha iniziato la sua carriera entrando nel team di Moda Mode e Modi come Art director per gli allestimenti di fashion retail e Coordinator specialist Weddings & Events. Al passaggio successivo è entrata nel team di The Seven Agency, dove si è occupata di ideazione e art direction di matrimoni in diverse capitali europee, collaborando nel 2011 agli allestimenti dell’abbazia di Westminster in occasione del matrimonio di Catherine Middleton e del principe William. Le sue mise en place sono regolarmente recensite da testate come Elle Sposa, Vogue Sposa e White Sposa. Oggi lavora in GML, l’azienda da lei fondata che si occupa di wedding planning. Ha collaborato ai libri Guida al Matrimonio e Tableau de Mariage.
Vincenzo Grande
Metodo

Vincenzo Grande

Visual merchandiser

vincenzogrande.Linkedin

Classe 1984, pugliese, ancora giovanissimo ha iniziato a collaborare come stylist in produzioni teatrali e televisive. Dopo queste esperienze ha deciso di trasferirsi a Londra e completare gli studi al Central Saint Martins College. In quel periodo, ha collaborato come stylist con artisti come Ginuwine, Lil’Kim, Ashanti, Missy Elliott, e come Visual merchandiser per aziende come Inditex, Topshop, Primark e Forever 21. Tornato a Milano, ha continuato il percorso di Visual merchandiser lavorando per diversi marchi del Quadrilatero della moda e, parallelamente, si è diplomato in Visual merchandising presso l’Istituto Europeo di Design. Attualmente collabora con un gruppo di giovani artisti indipendenti per il lancio di un nuovo brand di moda streetwear e sportswear, tiene docenze in scuole specializzate e porta avanti in tutta Italia il lavoro di Visual merchandiser, Stylist e Style consultant.
Giovanni Pelloso
Metodo

Giovanni Pelloso

Storico e critico fotografico

giovannipelloso.Linkedin

Giornalista e critico di fotografia del Corriere della Sera per le pagine di ViviMilano, ha partecipato a progetti editoriali per Mondadori Portfolio – suo è lo scritto dedicato a Mario De Biasi, Giorgio Lotti e Angelo Cozzi –, Hachette e Canon Italia. Co-autore del Dizionario mondiale della fotografia(Rizzoli/Contrasto, 2002), collabora con i mensili NPhotography e Photo Professional ed è caporedattore della storica rivista Il Fotografo. Ha condotto workshop e seminari dedicati alla fotografia all’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, all’Istituto Italiano di Fotografia e all’agenzia Contrasto. I suoi interessi di ricerca si concentrano sulla prassi e sulla teoria della sociologia dei consumi e della pubblicità. Docente a contratto, dal 2005 svolge attività didattica e di ricerca presso la Facoltà di Scienze della comunicazione e dello spettacolo dell’Università IULM di Milano. Insegna fotografia al LAO dal 2013. È ricercatore associato dell’Acquario Civico di Milano.
Roberta Maddaloni
Metodo

Roberta Maddaloni

Executive coach

robertamaddaloni.Linkedin

Dal 2001 al 2014 è stata Project coordinator in Mida. Nel 2013 si è laureata in Psicologia all’Università di Parma, e l’anno successivo ha completato il percorso di formazione avanzata all’Accademia Europea di Firenze in Counseling. Ha lavorato come consulente di formazione per Doctors&doula, TrasformAzione, CFA e Execo - The Human Side. È Professional counselor accreditata presso il CNCP Coordinamento Nazionale Counselor Professionisti). Esperta di storytelling applicato a contesti professionali, utilizza l’analisi transazionale come strumento per la formazione e le attività di consulenza. Progetta e conduce piani di formazione per lo sviluppo del potenziale e la definizione di piani di azione. Fornisce strumenti per attivare cambiamenti significativi orientati al benessere dell’individuo e dell’azienda. I temi di cui si occupa sono prevalentemente il cambiamento come opportunità, l’attivazione della motivazione, l’efficacia relazionale, l’intelligenza emotiva, la comunicazione efficace, la negoziazione, i percorsi di orientamento e il bilancio delle competenze.
Massimiliano Pappalardo
Metodo

Massimiliano Pappalardo

Executive coach

massimilianopappalardo.Linkedin

Dopo la laurea in Filosofia, ha conseguito un Master in Controllo di gestione. Ha iniziato l’attività lavorativa presso Auchan, diventando direttore di una filiale. In seguito ha diretto il Campus universitario Città Studi del Politecnico di Milano, e poi il Campus dell’Università Vita-Salute San Raffaele, lavorando a stretto contatto con Don Luigi Verzé. Ha collaborato con Carmen Consoli ai testi di alcune canzoni, in modo particolare per l’album L’eccezione (2002). Filosofo, formatore, counselor e life coach, è autore di molti articoli su blog, siti di filosofia, attualità e letteratura. Ha collaborato a lungo con Fondazione Giorgio Gaber, promuovendone il pensiero sia nelle università che nelle scuole. Ha fondato diverse riviste, tra le quali Un sorso in più insieme con Carmen Consoli. Studioso e promotore della cultura del cambiamento in azienda e della centralità della persona nelle organizzazioni aziendali, si occupa da tempo di Mindfulness, Leadership risonante, Abitudini e Responsabilità.
Gianfranco Mele
Metodo

Gianfranco Mele

Executive coach

gianfrancomele.Linkedin

Si è laureato all’Università degli studi di Torino in Economia e commercio, Accounting e finance. Ha lavorato in Costa Crociere, Baker Tilly Consulaudit e Nexto. È dottore commercialista iscritto all’Ordine dei Dottori commercialisti di Torino e Revisore legale con studio in Torino. È stato cultore della materia Programmazione e controllo presso il distaccamento universitario di Asti dell’Università degli Studi di Torino. Accanto all’attività di fiscalista tradizionale, attualmente svolge attività di consulenza direzionale su temi di organizzazione aziendale, controllo di gestione, reportistica e finanza aziendale, attività di revisione contabile. Fra i propri clienti, annovera primarie società italiane e multinazionali. Da dicembre 2011 è unico docente italiano in tema Finance certificato da BMW Group. È docente di Economics, Finanza & controllo, Fiscalità alla prestigiosa Fondazione ISTUD, una delle più prestigiose business school italiane. È apprezzato dai suoi studenti per la capacità di spiegare in modo chiaro ed efficace nozioni di bilancio e gestione aziendale.
Emanuele Baj Rossi
Metodo

Emanuele Baj Rossi

Executive coach

emanuelebajrossi.Linkedin

Nel 2007 è entrato come Expert consultant in Cegos, dove a tutt’oggi si occupa di gestione delle Risorse umane e management. Nel 2008 si è laureato in Scienze dell’Educazione e della Formazione all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milan e successivamente ha conseguito un Master in PNL Sistemica. Formatore ed Executive coach, ha approfondito i temi della formazione degli adulti e ha curato un programma di approfondimento sui modelli di leadership nelle organizzazioni multinazionali. È docente certificato FranklinCovey. I suoi settori di competenza sono la progettazione e l’erogazione di percorsi formativi su tematiche comportamentali (comunicazione, public speaking, problem solving, time management), manageriali (leadership e fondamenti di management), FranklinCovey (The 7 Habits of Highly Effective People). Nel 2014 ha rilasciato al Corriere della Sera un’intervista sull’importanza per le donne di dire no in azienda, e nel 2017 ha pubblicato il volume Obiettivi solidi in una società liquida.
Cori Amenta
Metodo

Cori Amenta

Fashion designer


Designer e stylist originaria di Noto, in Sicilia, si è diplomata in Fashion design all’Istituto Marangoni di Milano. È consulente stilistico di diverse aziende con la funzione di Art director e Responsabile per lo sviluppo della collezione. Di una collezione coordina tutti gli aspetti, dal concept alla ricerca tessuti e accessori, dai disegni e dai modelli al campionario, alla sfilata e al lancio pubblicitario. Fra le aziende con cui ha collaborato spiccano Versace, Calvin Klein, Ungaro, Dolce & Gabbana. Ha inoltre lavorato molto come stylist di celebrities. Nel 2012 ha creato Coriamenta, una collezione di calzature over gender totalmente Made in Italy. Nel logo è raffigurata l’ala di Ermes, il Dio della comunicazione nonché padre di Ermafrodite, a significare libertà, integrazione e perfezione al di là delle declinazioni di genere.

Aziende

Aziende

In quasi trent’anni di attività, Raffles Group ha costruito una solida rete di partner che collaborano nei Corsi Triennali e nei Master. La reputazione delle aziende e la qualità delle relazioni sviluppate sono la garanzia di un incontro decisamente fertile fra i mondi education e business.

Adidas, Aigner, B&O - Bang & Olufsen, Boucheron, Brother, Bulgari, Burberry, C&A, Cartier, Chanel, Chloé, Design Business Chamber Singapore, Diesel, Dior, Dolce & Gabbana, Dunhill, Elle, Fendi, Fujifilm, Furniture Design Award Singapore, Giorgio Armani, H&M, Heinz, Hermes, Hogan, HP Technology, HSBC – Hong Kong and Shanghai Banking Corporation, IKEA, InterContinental Hotels & Resorts, Kohler, Lear Corporation, Lego, Li & Fung, L'Oréal, Louis Vuitton, LVMH, Mahogany, Max Mara, MediaCorp, Metro, Michael Kors, Microsoft, Nippon Paint, Nokia, Orchard Road Business Association, Pepsi, Philips, Prada, Puma, Ralph Lauren, Redworks, Richemont, Richmond, Rolex, Saatchi & Saatchi, Saint Laurent Paris, Samsung, Shiseido, Siemens, Singapore Furniture Industries Council, Singapore Jewellers Association, Sony Pictures, Standard Chartered, Textile & Fashion Federation, Tiffany & Co., Valentino, Versace, Y&R, Yves Saint Laurent.


Monday Talks

Monday talk

Tutti i lunedì sera, alle 18.00 Raffles Milano invita gli studenti a incontrare un grande personaggio della scena del design, dello stile e della cultura del progetto. Ascoltare in presa diretta le storie e le idee che influenzano il mercato e fanno progredire i nostri mindset è un’opportunità di grande spessore, che va a integrare i programmi accademici. Ecco gli incontri del prossimo anno.